Stati Uniti "California e Parchi" e Polinesia - Rotte Nel Mondo srl - Tour operator Milano

Vai ai contenuti

Menu principale:

Stati Uniti "California e Parchi" e Polinesia

STATI UNITI "California e Parchi" & POLINESIA


1° giorno:  MILANO MALPENSA – NEW YORK    
Partenza dall’aeroporto di Milano Malpensa con volo Alitalia per New York. Arrivo all’aeroporto di New York Kennedy nel pomeriggio. Disbrigo delle formalità doganali e ritiro del bagaglio, quindi trasferimento libero con taxi in città. Sistemazione all’EDISON HOTEL in “Signature room” per 5 notti. Resto del pomeriggio libero per una prima visita in città. Serata libera e pernottamento.

3-4-5-6° giorno: NEW YORK  
Giornate libere per visitare la città. Trattamento di solo pernottamento in albergo.  
New York è da sempre simbolo di modernità, di fusione culturale e dell’avanguardia in qualsiasi campo. Arrivando in questa città, si intuisce subito perchè l’atmosfera che si respira a New York non si respira in nessun altro posto e chi ci è stato vuole ritornare per provare ancora l’ebbrezza di sentirsi, almeno per un po’, parte del posto più importante del mondo. Chi la visita per la prima volta rimane stupito di come ogni "Avenue", ogni vista e ogni luogo sembrino familiari, questa metropoli eccezionale è stata immortalata in innumerevoli film, è stata la protagonista di libri e canzoni in tutti i tempi. Cosi, benché in un luogo sconosciuto e lontano, il visitatore si sente a casa sua e a suo agio e, finalmente, cammina sulle stesse strade che hanno percorso i suoi eroi favoriti, vede le stesse vetrine sfavillanti, cena negli stessi ristoranti prestigiosi. Non si può dire di conoscere il mondo se non si è stati, almeno una volta, a New York.

7° giorno: NEW YORK Newark – SAN FRANCISCO
Al mattino presto trasferimento libero in aeroporto, partenza con volo United Airlines per San Francisco. Arrivo a San Francisco e trasferimento libero in città. Sistemazione al PIER 2620 HOTEL FISHERMANS WHARF in camera Standard.  Resto della giornata libere per una prima visita della città.  

8-9° giorno: SAN FRANCISCO
Pernottamento al PIER 2620 HOTEL FISHERMANS WHARF. Due giornate piene per permettervi di assaporare il fascino indiscusso di questa deliziosa città.

Dal fascino spiccatamente europeo, San Francisco è costruita su 29 ripide colline e si affaccia su una delle baie più belle del mondo. La città è celebre anche per il famoso ponte Golden Gate, che unisce San Francisco all’incantevole contea di Marin. Da non tralasciare anche il Fisherman’s Wharf, il molo dei pescatori con ristoranti e negozi, i "cable car", i caratteristici trenini a cremagliera che si arrampicano su per le colline e l’isola di Alcatraz, dove sorge l’omonimo penitenziario (ormai abbandonato).
Tra i quartieri più famosi la coloratissima Chinatown, dove spuntano caratteristiche costruzioni con il tetto a pagoda, eccellenti ristoranti e curiosi negozietti. La parte occidentale della città, che si estende da Van Ness Avenue all’Oceano Pacifico, comprende quartieri aristocratici, come Marina e Pacific Heights, zone abitate da varie etnie, come i quartieri di Richmond e Sunset, il quartiere gay Castro, e il quartiere hippy di Haight-Ashbury. In questa zona si trovano inoltre tre grandi parchi cittadini, il Presidio, il Lincoln Park e il Golden Gate Park. Tra la baia e Chinatown, si trova l’animato quartiere di North Beach, abitato soprattutto da italiani che negli Anni Cinquanta diedero origine alla Beat Generation. Oggi vi si trovano locali, night-club, bar, caffetterie e ristoranti di tutte le etnie. La città è un mosaico e la sua atmosfera è raffinatamente chic ma allo stesso tempo anticonvenzionale e innovativa. Molto consigliato un giro panoramico a Twin Peaks, (che non c’entra nulla col telefilm) che offre vedute mozzafiato di tutta la città e della baia.

10° giorno: SAN FRANCISCO – YOSEMITE NATIONAL PARK  (circa 345 km)
Al mattino ritiro del veicolo a noleggio tipo Toyota Corolla o similare presso l’ufficio Hertz in città. Quindi partenza per raggiungere il bellissimo Parco Nazionale di Yosemite. Per giungere a destinazione percorrerete una delle zone più belle e suggestive della California, la Yosemite Valley, un tempo luogo sacro agli indiani Miwok. La valle racchiude rare formazioni rocciose dalle ripide pareti e splendide foreste; al suo interno si trovano cascate tra le più alte del Nord America.
Il cuore della valle è occupato dallo Yosemite National Park, il gioiello della Sierra Nevada, nelle cui vallate vivono fantastiche specie di animali. I primi uomini bianchi che lo videro rimasero a bocca aperta e siamo sicuri che anche voi farete altrettanto. Questo parco è la perla della catena montuosa della Sierra Nevada caratterizzato da picchi che raggiungono i 3600 metri di altezza e da una valle glaciale lunga 13 chilometri con impressionanti pareti granitiche che dal fondovalle si innalzano anche per 1200 metri. Da queste pareti scendono impetuose cascate, tra le quali le più famose ed ammirate sono le Yosemite Falls, le più alte degli States. Il parco Yosemite è il paradiso degli escursionisti: camminando infatti lungo i suoi 320 chilometri di sentieri si possono ammirare paesaggi incredibili ed osservare numerose specie di animali che vivono in libertà. Da non perdere El Captain, il più grande monolito di granito al mondo, le Yosemite Falls, Half Dome la roccia ormai diventata il simbolo del parco e Mariposa Groove, il bosco di sequoie giganti.  Sistemazione al WAWONA HOTEL. Pernottamento.

11° giorno: YOSEMITE – DEATH VALLEY - LAS VEGAS (ca 650 / 700 km in base al percorso)
Auto a noleggio a disposizione. Intera giornata di trasferimento fino a Las Vegas ma caratterizzata da diversi panorami ! Oggi si lascia lo scenario montuoso e caratterizzato da foreste per spostarsi verso Ovest e incontrare paesaggi completamente differenti. Ci si avvicina alle zone desertiche al confine tra California e Nevada. Si attraverserà una delle zone più aride del mondo: la Valle della Morte, un’impressionante area desertica che si estende per 225 km tra due catene montuose.
La Death Valley appare oggi come una zona emozionante e suggestiva che si può visitare con estrema sicurezza e tranquillità; ma per i primi coloni d’America, che dall’Est affrontavano il lungo viaggio verso ovest in cerca dell’oro e di una nuova vita, era un ostacolo quasi invalicabile. Moltissimi di questi coloni non riuscirono a superare la traversata dell’impervia valle e per questo motivo le fu dato il nome di Valle della Morte. Questa zona è una della aree più vecchie del pianeta: è il letto prosciugato di un grande lago interno e si presenta come un immenso deserto roccioso coperto da una crosta salata. Vanta tra i suoi primati il fatto di avere il punto più basso di tutti gli Stati Uniti (Badwater) 86 metri sotto il livello del mare, e di essere uno tra i luoghi più caldi della terra.
Il centro della Valle è Furnace Creek. Se avete tempo per una deviazione… suggeriamo di raggiungere Dante’s View e Zabriskie Point, che offrono un formidabile colpo d’occhio su tutta la valle.

Non appena usciti dalla Valle della Morte ed entrati in Nevada, nei pressi di Amargosa Valley, noterete strane indicazioni e cartelli di aree militari e buffe immagini di U.F.O.: non preoccupatevi, non è il caldo che vi ha dato alla testa, siete semplicemente nei pressi della mitica e misteriosa Area51, l’enorme zona militare inaccessibile (e non segnalata su nessuna mappa) dove si dice avvengano test su navicelle aliene recuperate negli anni e studi di nuove forme di trasporto aereo. Dalla strada non vedrete nulla se non qualche fuoristrada militare che blocca le vie d’accesso, ma forse è meglio così.

L’arrivo a Las Vegas è qualcosa di unico e molto simile all’arrivo in una città aliena. Le mille luci vi faranno scorgere la città fin da molto lontano, in mezzo al nulla del deserto del Nevada. Si continua fino a Las Vegas. Sistemazione per una notte al BELLAGIO HOTEL in “Fountain View Room”. Pernottamento.

Las Vegas è una striscia asfaltata lunga 5 km, alle cui estremità c'è il deserto. Ai lati, un susseguirsi di hotel, case da gioco, ristoranti, bar tra un via vai incessante di automobili. Grandi aree verdi, giardini, piscine, club esclusivi e campi da golf per questa città che non dorme mai, che non si ferma un minuto, dove il consumo d'energia elettrica è il più alto del mondo. Dalle sette di sera in avanti la città si sveglia e iniziano gli show davanti agli hotel: spettacoli d’acqua maestosi, galeoni che si scontrano, luna park e concerti. La musica, le luci, la folla e il perenne rumore delle macchinette da gioco non vi abbandoneranno mai. Troverete slot-machine anche nei supermercati, nei negozi e spesso anche nella vostra camera d’albergo. L’attrazione principale della città, oltre il gioco d’azzardo, è quella di entrare e uscire da tutti i principali hotel lungo la via principale (the Strip). Mastodontici e kitsch, riproducono città o luoghi famosi: dal Paris al Bellagio, dal Venetian al Luxor. Alcuni hanno oltre 5000 camere, con teatri da migliaia di posti e decine di bar e sale gioco! Tutto vi sembrerà incredibile, ma ve bene così, questo è il bello di Las Vegas.

12° giorno: LAS VEGAS – BRYCE CANYON (420 km)
Auto a noleggio a disposizione. Proseguimento verso nord-est, lascerete le mille luci di Las Vegas per proseguire verso l’ Utah. Su molte targhe leggerete “Scenic Utah”. In effetti gli scenari naturali qui sono fantastici: territori immensi, caratterizzati da calde sfumature di rosso, in buona parte incontaminati.
Il Bryce Canyon, parco nazionale dal 1928, vi aspetta. Il parco è famoso per il meraviglioso anfiteatro naturale di brillante roccia rosa e per le sue particolari formazioni rocciose. I numerosi punti di osservazione del parco offrono panorami irretibili.
Nel pomeriggio tempo a disposizione per visitare uno dei parchi più affascinanti degli Stati Uniti; lungo solo 6 chilometri è un vero spettacolo di bellezza in tutte le ore del giorno e della sera. Man mano che vi avvicinate al margine del canyon, vedrete sorgere dal suolo enormi anfiteatri di guglie intricate e scolpite nella roccia. In un attimo i colori vivaci del parco vi appariranno in tutto il loro splendore. Durante la vostra prima visita consigliamo un tour con la macchina lungo la strada panoramica che vi darà una visione generale della zona. Dopo il tour consigliamo di parcheggiare e camminare a piedi su uno dei sentieri.
Il parco offre incantevoli paesaggi, labirinti di gole, guglie e pinnacoli scolpiti sulla roccia, di colore rosso e arancione, che si susseguono e cambiano il loro colore con la luce del sole e che potrete ammirare in un anfiteatro naturale di 32 chilometri di diametro. Sicuramente uno degli scenari più spettacolari e suggestivi dell’intero West americano.
Pernottamento al BEST WESTERN PLUS BRYCE GRAND in camera standard.

13° giorno: BRYCE CANYON – LAKE POWELL/PAGE   (250 km)
Al mattino tempo a disposizione per esplorare il parco oppure per raggiungere il vicino Red Canyon. Si lascia poi lo Utah per l'Arizona raggiungendo Lake Powell, uno dei laghi più pittoreschi d'America, con uno sviluppo di coste di 3.100 km e un centinaio di canyon laterali, assai scenografici.
Lake Powell si trova all’interno della Glen Canyon National Recreation Area ed è senza dubbio  è una delle bellezze naturali – o quasi, visto che si tratta di un bacino artificiale, il secondo più grande del paese, – che non potrete evitare di visitare se siete in viaggio nei territori tra Utah e Arizona, magari prima di approdare a Page e all’Antelope Canyon, venendo dal Bryce Canyon o dallo Zion National Park, gli affascinanti parchi di terra rossa. Numerose attività ed escursioni disponibili in loco. Tra i punti più interessanti da vedere: Rainbow Bridge National Monument e Cathedral in the Desert. Pernottamento al BEST WESTERN VIEW LAKE POWELL in camera Standard.

14° giorno: LAKE POWELL – KAYENTA Monument Valley (170 km)
Auto a noleggio a disposizione. Proseguimento verso Kayenta, in Arizona, nel cuore dell’enorme riserva Navajo.
Le dimensioni gigantesche di quest’area vi lasceranno a bocca aperta, monoliti di pietra si stagliano all’orizzonte: benvenuti nella celebre Monument Valley, il Far West che tutti si aspettano.

La valle si trova a circa 1700 metri di altitudine, sul confine tra Arizona e Utah, e si è formata circa 70 milioni di anni fa quando il Golfo del Messico arrivava a coprire queste zone. Il progressivo ritiro delle acque ha lasciato una vasta prateria in cui spaccature e crepacci si offrono all’opera modellatrice del vento, dell’acqua e del gelo sino a creare monoliti dalle forme più strane, ponti, archi naturali e canyon.
Questa zona, protetta dal 1960, appartiene alla riserva degli indiani Navajo che tuttora abitano la regione. La vicina città di Kayenta non offre nulla di interessante se non un facile ristoro e la possibilità di accorgersi, purtroppo senza difficoltà alcuna, di come anche tuttora gli indiani siano letteralmente ghettizzati e privati di molti diritti fondamentali da una società ancora molto discriminante. Potrete visitare subito la vallata percorrendone i vari percorsi. Suggeriamo di fernarvi in un punto panoramico, all’ora del  tramonto, per una vista ancora più suggestiva di questo territorio che fa parte dei “Four Corners”, dai colori Intensi e rosso fuoco come la terra e le rocce che vi circondano. Sistemazione a Kayenta e pernottamento al KAYENTA MONUMENT VALLEY INN.

15° giorno: KAYENTA – GRAND CANYON (250 km)
Auto a noleggio a disposizione. Partenza in mattinata per il Grand Canyon, altra importante meta turistica dell’Arizona.
Il viaggio è relativamente breve ed in qualche ora vi sarete lasciati alle spalle la terra rossa della riserva Navajo ed avrete davanti ai vostri occhi le immense gole del Grand Canyon.
La giornata potrà essere già dedicata ad una prima visita ma soprattutto a raccogliere informazioni ed organizzare la vostra visita al Grand Canyon ! Sistemazione al KACHINA LODGE in “Street Side Room”.

16° giorno: GRAND CANYON  
Auto a noleggio a disposizione. Giornata libera per visitare il parco . Pernottamento al KACHINA LODGE in Street Side Room.
Il Grand Canyon è il fenomeno geologico più spettacolare del mondo. Lungo 445 chilometri e profondo quasi 2000 metri ha nella parte centrale la sua massima ampiezza; infatti il bordo meridionale (South Rim) dista da quello settentrionale (North Rim) 29 chilometri. Sul fondo del canyon scorre sinuoso il Colorado River che, con una potenza tremenda, si è fatto largo nella roccia creando una vasta distesa che in ogni suo punto offre erosioni particolari. Il Grand Canyon si può visitare da entrambi i versanti ma il South Rim, è sicuramente la parte più interessante ed attrezzata.
La sistemazione alberghiera è prevista nell’area turistica più attrezzata del “South Rim” ed offre molte informazioni legate alla storia e alla formazione del parco.

17° giorno: GRAND CANYON – LOS ANGELES (790 km)
Auto a noleggio a disposizione. Lunga giornata di trasferimento verso Los Angeles.  Attraverserete l’Arizona ed entrerete in California: caldo, molti chilometri e infiniti rettilinei d’asfalto vi accompagneranno fino a LA. La tentacolare Los Angeles è famosa soprattutto per la mitica Hollywood, mecca mondiale del cinema, per Beverly Hills, la collina dei divi, per i grandi parchi e le lunghe spiagge sulla costa. Nonostante abbia più di cento anni, conserva lo smalto dei mitici Anni Cinquanta e continua ad attirare turisti da tutto il mondo.
Il Chinese Theatre è il cinema più famoso del mondo e custodisce gelosamente le impronte delle mani e dei piedi dei divi nel cemento di una piazzola che si trova davanti al locale. Sistemazione all’OMNI LOS ANGELES HOTEL in camera Standard. Pernottamento.

18° giorno: LOS ANGELES – PAPEETE  
Giornata a disposizione per visitare la città. Uno dei quartieri più famosi di Los Angeles è Beverly Hills, residenza dei grandi attori e dei personaggi più in vista della città. Lo shopping poi è davvero particolare, "Rodeo Drive" è la via dei negozi di lusso più esclusivi e delle grandi firme internazionali. Un altro famosissimo quartiere di Los Angeles è Hollywood, la mecca dei sogni di celluloide. La nuova Los Angeles si rispecchia soprattutto nel quartiere di Downtown, vivace centro finanziario e culturale, e in quello di West Hollywood ricco di locali, ristoranti alla moda e night club frequentati dalle star più famose. Nessun'altra città si autocelebra con tanto compiacimento - nei film, in televisione, sulle riviste patinate. Los Angeles è il luogo in cui si fabbrica il sogno americano e se non si è preparati ad abbracciare il sogno, senza dubbio la città apparirà soltanto sporca, irritante, spaventosa o semplicemente insignificante.
Nel tardo pomeriggio trasferimento in aeroporto e rilascio del veicolo a noleggio presso Hertz in aeroporto. Partenza con volo Air Tahiti Nui per Papeete. Notte a bordo.

19° giorno: PAPEETE – RAIATEA – TAHA’A ISLAND
Arrivo all’aeroporto internazionale di Papeete al mattino presto, assistenza da parte di un incaricato del nostro corrispondente locale. Partenza con volo Air Tahiti per Raiatea. Arrivo all’aeroporto di Raiatea e trasferimento incluso in barca in hotel. Sistemazione al LE TAHA’A ISLAND RESORT & SPA 5* in “Overwater Suite”. Resto della giornata libera. Pernottamento.

20-21-22° giorno: TAHA’A ISLAND
Sistemazione al LE TAHA’A ISLAND RESORT & SPA 5* in “Overwater Suite”.  Prima colazione inclusa. Giornate libere per relax e attività balneari.
Taha’a è un angolo di paradiso nell’azzurro intenso del Pacifico. Situata nelle Isole della Società a 30 minuti di volo da Tahiti, si raggiunge in barca dalla vicina Raiatea con cui condivide la stessa laguna. È l’isola della passione e della vaniglia per le sue numerose coltivazioni, un’escursione nel suo interno è un viaggio arricchito di dolci profumi.
Questa piccola isola è ancora oggi un luogo incontaminato, ricca di tesori naturali, solcata da vallate. Taha’a si presenta come una maestosa montagna contornata da un mare dai colori meravigliosi e spiagge d’incanto, con una collocazione perfetta a metà tra l’isola di Bora Bora e Raiatea, è il luogo ideale per immersioni e gite in barca a vela.

23° giorno: TAHA’A ISLAND – BORA BORA ISLAND
Prima colazione inclusa. In tarda mattinata trasferimento incluso con barca in aeroporto e partenza con volo Air Tahiti per Bora Bora. Arrivo a Bora Bora e trasferimento incluso con barca al PEARL BEACH RESORT & SPA 4* in “Lagoon View Premium Overwater Bungalow”. Resto del pomeriggio a vostra disposizione. Trattamento di mezza pensione. Pernottamento.

24-25-26° giorno : BORA BORA ISLAND
Prima colazione inclusa. Giornate libere per relax e attività balneari a Bora Bora.  
Sistemazione al PEARL BEACH RESORT & SPA 4* in “Lagoon View Premium Overwater Bungalow”. Trattamento di mezza pensione.

Bora Bora è la maggiore delle isole sotto vento, fa parte dell'arcipelago delle isole della Società è situata a nord est di Tahiti da cui si raggiunge con un'ora di volo. Natura incontaminata, mare cristallino, spiagge di sabbia bianca fanno meritare a Bora Bora l'appellativo di Perla del Pacifico.
Piccola isola di origine vulcanica è emersa dall'oceano pacifico circa quattro milioni di anni fa, la sua superficie misura complessivamente 38 chilometri quadrati.  Secondo la leggenda Bora Bora fu la prima tra le isole ad emergere dagli abissi oceanici, si tenga presente che nel linguaggio tahitiano l'isola viene chiamata Pora Pora.
Alcune testimonianze archeologiche dimostrano che i primi insediamenti umani risalgono al primo millennio avanti Cristo, si trattava verosimilmente di uomini provenienti da Tonga.
La barriera  corallina comprende molte isolette denominate motu, ed è proprio sui motu che e' stato costruito l'aeroporto e nel corso del tempo le varie strutture di ricezione turistica.
Attualmente tra i pochi motu rimasti incontaminati segnaliamo Le Motu Tapu. Il punto di accesso in laguna tra la barriera corallina e l'oceano è il Pass di Teavanui situato davanti a Vaitape.

27° giorno: BORA BORA ISLAND – PAPEETE – TIKEHAU ISLAND
Al mattino presto trasferimento con barca all’aeroporto di Bora Bora e partenza con volo domestico Air Tahiti per Tikehau, via Papeete. Arrivo all’aeroporto di Tikehau e trasferimento con barca al PEARL BEACH TIKEHAU RESORT & SPA 4* in “Premium Overwater Bungalow”. Resto della giornata libera. Trattamento di mezza pensione e pernottamento.

28-29-30° giorno: TIKEHAU ISLAND
Giornate libere per relax e attività balneari sull’isola di Tikehau. Sistemazione al PEARL BEACH TIKEHAU RESORT & SPA 4* in “Premium Overwater Bungalow”. Trattamento di mezza pensione.

Tikehau fa parte dell'arcipelago Tuamotu, è un atollo di forma circolare situato a nord-ovest di Rangiroa dal quale dista circa 10 Km. Tikehau è meta in particolare degli amanti della natura, l'atollo è altresì famoso per essere uno dei luoghi più incontaminati di tutta la Polinesia. Vi si incontrano molte colonie di uccelli che si insediano nei diversi "motu" di cui il più noto è il bird motu, l'isolotto degli uccelli appunto. Tikehau è, nonostante le modeste dimensioni, uno dei maggiori luoghi di produzione di prodotti pescati di tutta la Polinesia, alimentando periodicamente il mercato di Papeete.
La laguna ha un unico accesso (PASS) Tuheiava.  L'isola di Tikehau possiede incantevoli spiagge con sabbia bianca o rosa, e, oltre che per gli amanti della natura è considerata destinazione di quanti vogliono soggiornare nel massimo relax immersi in un'oasi di pace totale.

31° giorno: TIKEHAU – PAPEETE – PARIGI
Prima colazione inclusa. In giornata trasferimento con barca all’aeroporto e partenza con volo Air Tahiti per Papeete. Arrivo a Papeete e attesa per la coincidenza con volo Air Tahiti Nui per Parigi. Pernottamento a bordo.

32° giorno: PARIGI – MILANO MALPENSA
Arrivo all’aeroporto di Parigi e coincidenza con volo Alitalia per Milano Linate. Arrivo a Milano in serata.


Quotazione puramente indicativa - euro 9.500 per persona
(iscrizione, assicurazione e tasse aeroportuali sono esclusi dalla quotazione sopra indicata)

La quotazione andrà confermata e rivista in base al periodo di svolgimento del programma e compatibilmente con le tariffe aeree.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu
Powered by Evoty