Singapore, Myanmar, Cambogia e Thailandia - Rotte Nel Mondo srl - Tour operator Milano

Vai ai contenuti

Menu principale:

Singapore, Myanmar, Cambogia e Thailandia

SINGAPORE, MYANMAR, CAMBOGIA & SOGGIORNO MARE IN THAILANDIA


1° giorno : MILANO MALPENSA (o Roma o Venezia) - DUBAI  

Partenza da Milano Malpensa con volo Emirates per Dubai.  Pernottamento a bordo.

2° giorno: DUBAI - SINGAPORE

Arrivo a Dubai e coincidenza con volo Emirates per Singapore. Arrivo all’aeroporto di Singapore in serata, ritiro del bagaglio e trasferimento libero con comodo taxi in hotel.
Sistemazione al Rendezvous Hotel 4* in camera Superior. Serata libera e pernottamento.

3-4° giorno: SINGAPORE

Giornate libere per visitare la città. Trattamento di solo pernottamento al Rendezvous Hotel 4* in camera Superior.

Singapore è una città-stato che si sviluppa su un piccolo territorio formato da 63 isole. Quando si pensa a Singapore non si può fare a meno di evocare un riuscito melting pot di razze e di culture. Lo skyline della città è dominato dagli svettanti grattacieli del Central Business District in vetro e cemento, dove si trova anche il popolare Merlion, una grande fontana, il simbolo ufficiale della città. Nelle vicinanze, c’è un altro monumento fotografatissimo: la statua di Sir Stamford Raffles, il fondatore di Singapore.
Lungo il fiume, va visto il Riverside, dove si trova anche il Peranakan Museum, che vale la pena di visitare per conoscere la cultura cino-malese e indo-malese. Un altro spazio espositivo da non perdere è il National Museum of Singapore, incentrato sulla storia e la cultura cittadina, nella zona di Orchard Road, dove si concentrano centinaia di negozi. Ma oltre agli scenari architettonici moderni, ci sono anche angoli di fascino etnico, come il tradizionale quartiere di Chinatown o quello di Little India, dove si respirano gli odori e le atmosfere esotiche di due tra le maggiori comunità cittadine.
Da non perdere a Singapore… Il nuovo quartiere di Marina Bay, creato a sud del Riverside, ospita grandi mall, centri congressi, hotel, ristoranti e locali. Ma ospita anche l’Esplanade Theatres on the Bay, un’avveniristica e flessuosa costruzione fulcro nevralgico della vita culturale di Singapore, dove si organizzano concerti, spettacoli teatrali e di danza, mostre.
A Marina Bay non si può fare a meno di fare un giro sulla Singapore Flyer, la ruota panoramica più alta al mondo (raggiunge i 165 metri).
Sull’isola di Sentosa, collegata a Singapore da un ponte e da una funivia sospesa che dà le vertigini, si trovano ottime strutture turistiche e raffinatissime Spa, come la Sentosa Spa . Da non perdere una visita al grande acquario Underwater World Sentosa, nel quale sono ricostruiti gli ambienti sottomarini della Malaysia e dell’Australia.
Nella parte occidentale dello Stato si trova lo Jurong Bird Park, dove si possono osservare numerose specie di uccelli. Giardini fioriti nei Botanic Gardens e nel National Orchid Garden, che vanta una collezione di oltre 3000 specie di orchidee.

Ancora nella parte periferica della città-stato, verso Nord, si trova lo Zoo, uno tra i più belli al mondo, con annesso il Night Safari, un’area naturale ideata esclusivamente per poter osservare gli animali durante la notte. Lungo la costa Est s’incontrano invece alcune belle spiagge e la caratteristica isola di Pulau Ubin, un ricordo del passato, piccolo villaggio di pescatori con foreste di mangrovie e ristorantini in cui si mangia ottimo pesce.

5° giorno: SINGAPORE - YANGON (MYANMAR)

IL TOUR IN MYANMAR E’  PREVISTO SU BASE PRIVATA CON GUIDA LOCALE DI LINGUA ITALIANA !

Al mattino trasferimento libero con comodo taxi in aeroporto e partenza con volo Jetstar Asia per Yangon.  Arrivo all’aeroporto di Yangon alle ore 10.40,  assistenza da parte del nostro corrispondente e trasferimento in hotel.
Nel pomeriggio inizio delle visite: tour di Yangon: venne fondata nel 1755 ed è una delle più affascinanti città asiatiche. Fino al 2006 Yangon era anche la capitale del Paese, prima che questa venisse spostata ufficialmente in una città costruita dal nulla centinaia di chilometri più a nord e in mezzo alla giungla tropicale, Naypyidaw. Rimane comunque uno dei centri commerciali più importanti.
Gran parte delle esportazioni e delle importazioni passano attraverso il porto di Thilawa, il più grande e trafficato della Birmania. La città ha 6 milioni di abitanti di etnie birmane diverse che convivono pacificamente insieme a indiani e cinesi, ed e’ un affascinante misto di costruzioni di diversi stili: inglese del periodo vittoriano,  cinese, birmano, indiano bagnata da fiumi e con 2 laghi,  parchi  ombrosi e viali alberati dai quali svettano i pinnacoli delle numerose pagode disseminate ovunque.
Il tour include: il gigantesco Buddha sdraiato e la pagoda Shwedagon al tramonto, una  miriade di piccole pagode, templi, reliquari, padiglioni e statue, fanno da cornice  al possente stupa  centrale che si innalza per quasi cento metri, interamente ricoperto da lamine d’oro, ed  impreziosito di gemme e diamanti nell'ombrello sulla cima.
La grande pagoda Shwedagon e’ chiamata anche “la montagna d’oro”, di quasi 100 m d'altezza, coperta da 2 tonnellate d’oro, si erge su un colle di 60 m. visibile da tutta la città, e l’ombrello alla sua sommità e’  ricoperto da migliaia di pietre preziose. Nel 1920 Somerset Maugham la descriveva così: "La Shwedagon si erge superba, luccicante nel suo oro, come una improvvisa speranza nella notte scura dell' anima".
La giornata si conclude con una cena di benvenuto in ristorante tipico. Pernottamento a Yangon al SEDONA HOTEL 4* in camera Superior.

6° giorno: YANGON - BAGAN  

Verso la metà dell'XI secolo Bagan, sotto il re Anawrahta ( 1044-1077), divenne un regno unico iniziando la sua età dell'oro, dove la cultura Mon e soprattutto la sua forma di Buddhismo Theravada esercitò un'influenza dominante. Il re divenne un convinto sostenitore delle idee e delle pratiche Theravada iniziando un programma di grandi costruzioni a sostegno della nuova religione. Dal regno di Anawrahta, fino alla conquista da parte delle forze di Kublai Khan nel 1287, Bagan è stata il centro vibrante di una frenetica architettura religiosa.

Pensione completa. Di primo mattino trasferimento in aeroporto – volo Yangon / Bagan – arrivo in circa 1 ora. Si approfitta delle ore più fresche della giornata per la visita di Bagan,  la località più affascinante della Birmania. Si pensa che probabilmente qui siano stati costruiti più di 13.000 tra templi, pagode e altre strutture religiose, ora ne rimangono circa 2000. Un patrimonio unico, tra i siti archeologici più significativi del Sud-Est asiatico e del mondo. Nel 2002 le è stato conferito lo status di Patrimonio dell'Umanità. Due principali tipi di strutture architettoniche storiche si trovano nella zona di Bagan. La pagoda, o stupa (in birmano Zedi) è uno dei principali monumenti buddhisti. Originariamente un cumulo di pietre è diventato un monumento funebre, poi ha acquisito simbolismo cosmico del Buddha contenente le sue reliquie. L'altra è il tempio, o pahto, che può assumere una varietà di forme. I templi (gu) sono stati ispirati dalle grotte scavate dai buddhisti nella roccia in India. Erano edifici più grandi e multi-piano, luoghi di culto che comprendevano corridoi riccamente affrescati con immagini sacre e statue. Non può mancare una sosta presso il colorato mercato a Nyaung-oo, molto animato nelle ore mattutine, quindi visita della splendida Shwezigon pagoda, il cui stupa a forma di campana e’ diventato il prototipo per tutte le altre pagode in Birmania, seguirà visita ad altre pagode e templi tra i più importanti e scenografici, e alla fabbrica della bellissima lacca, tipica di Bagan.

Visita del tempio di Ananda, del particolare tempio Manuha, fino  a concludere con un indimenticabile tramonto panoramico all'alto di una pagoda. Pranzo in  ristorante locale sul fiume, cena in ristorante tipico con spettacolo. Pernottamento al TREASURE HOTEL o THAZIN GARDEN HOTEL 4* a Bagan.

7° giorno: BAGAN - MANDALAY (via terra)

Capitale dal 1857 al 1885, è oggi un importante centro culturale, religioso e commerciale del Myanmar centrale. Qui si alternarono le capitali birmane dopo la caduta di Bagan, fino alla sua caduta durante la dominazione inglese e la fuga avventurosa dell’ultimo Re birmano in India. Varie costruzioni nella città e nei dintorni, testimoniano gli antichi splendori dell’ultimo regno birmano.

Pensione completa. Dopo la prima colazione, partenza per Mandalay attraversando i paesaggi del Centro Birmania: si vedono le coltivazioni, i villaggi, e la vita locale. Arrivo a Mandalay dopo circa 4 ore.  L'ultima capitale del regno birmano, prima che l'occupazione britannica ne decretasse la fine, mandando in esilio lo sfortunato re Thibaw, è oggi la seconda città del Paese con una popolazione che si aggira intorno al milione. Seconda colazione in ristorante locale e nel pomeriggio si inizia  la visita che prevede una sosta  ai laboratori artigiani delle marionette e  degli arazzi, la visita al monastero Shwenandaw, con splendidi intarsi di legno, meraviglioso esempio di arte tradizionale birmana, unico superstite degli edifici del Palazzo Reale andati completamente distrutti durante la seconda guerra mondiale. Quindi la Kuthodaw Paya, che fu il risultato di un grande sinodo di 2400 monaci,chiamati da re Mindon nel 1857 per stabilire il canone definitivo del testo originale più antico dei 15 libri sacri che tramandavano gli insegnamenti del Buddha. Il testo fu scolpito in lingua pali su 729 lastre di marmo. Si prosegue per la vista panoramica su tutta la città dalla collina di Mandalay. Cena e pernottamento al SEDONA HOTEL o MANDALAY HILL RESORT 4* in camera Superior.

8° giorno: MANDALAY - MINGUN - MANDALAY

Pensione completa. Dopo la prima colazione inizia subito la visita dell'affascinante Amarapura, antica capitale, il monastero Mahagandayon dove si assiste al silenzioso pasto comunitario di circa mille monaci, il ponte U Bein, il più lungo ponte tutto in tek del mondo su cui passeggiare. Quindi si ammira, da punto panoramico, il magnifico panorama delle colline di Sagaing, costellate di templi e pagode. Si prosegue per il quartiere dove lavorano il marmo, dove si visita l' importante pagoda  Mahamuni con la grande statua del Buddha seduto proveniente dall'Arakhan, ricoperta di sfoglie d'oro votive. Passeggiata nel mercatino variopinto. Pranzo in ristorante. Proseguimento per Mandalay, trasferimento al molo. Escursione in barca locale a Mingun, antica città reale. Lungo le rive del fiume si osservano  panorami e scene della vita fluviale. Visita alla zona archeologica di Mingun che include l’immensa pagoda incompiuta, la campana più grande del mondo, dal peso di 90 tonnellate, e la  pagoda Myatheindan , costruita con particolari spire bianche, simboleggianti monti mitologici. Rientro a Mandalay. Cena in ristorante locale. Pernottamento a Mandalay al SEDONA HOTEL o MANDALAY HILL RESORT 4* .

9° giorno: MANDALAY - LAGO INLE
 
Il lago Inle  e’ uno specchio d’acqua poco profondo, di una ventina di chilometri di lunghezza e una decina nel suo punto più largo. E’ limpido, e di particolare suggestione a causa di diversi fattori ambientali, la serenità della gente e la soavità dei panorami. In questo luogo eccezionale gli 80.000 abitanti dell’etnia degli Intha che vuol dire “Figli dell’Acqua”, vivono, lavorano, studiano, pregano: tutto sull’acqua!

Pensione completa. Trasferimento in aeroporto e breve volo da Mandalay per Heho, nello stato Shan, ai confini con la Thailandia, detto la “Svizzera birmana” per i bei paesaggi montani. Arrivo e proseguimento per il lago Inle attraverso percorso panoramico, arrivo in circa 1 ora. Ci si imbarca su motolance e inizia subito il Tour del lago Inle, con seconda colazione in ristorante sul lago: il lago e' molto bello ed estremamente pittoresco! Si incontra un mondo a sé, di una popolazione unica, quella degli Intha, che abita   sulle acque del lago,  e dal lago trae vita. Si vedono  i pescatori che remano con la gamba e pescano con una  speciale nassa conica,  i giardini galleggianti costruiti con fango e giacinti d’acqua e ancorati al fondo con pali di bambu. Si visita  il monastero Nga Pha Kyaung famoso un tempo per i gatti addestrati dai monaci, i villaggi degli Intha, costruiti sull'acqua, e la grande pagoda Phaung Daw U Kyaung, la più importante dello Stato degli Shan. Cena e pernottamento al KAUNG DAING o MATA INLE HOTEL cat. Deluxe.

10° giorno: LAGO INLE – il misterioso sito di Inthein

Pensione completa. Partenza in motolance per la visita delle splendide colline di Inthein, in un braccio secondario del lago. Qui si trovano più di mille pagode risalenti al XIII secolo che circondano un antico monastero. Si ritorna al pontile attraversando una foresta di alti bambu’. Seconda colazione in ristorante sul lago. Si prosegue per i villaggi della parte centrale del lago, il villaggio di Impawkho dove decine di donne lavorano ai telai, quindi si ammirano altri villaggi costruiti sull’acqua, e le famose coltivazioni di frutta e verdura galleggianti. Rientro per il  pernottamento e la cena al KAUNG DAING o MATA INLE HOTEL cat. Deluxe.

11° giorno: LAGO INLE - YANGON

Trasferimento in aeroporto e volo interno per Yangon  (in genere in tarda mattinata o primo pomeriggio). Arrivo nella capitale e trasferimento in hotel. Resto del pomeriggio libero per completare qualche visita o per acquisti. Sistemazione per la notte al SEDONA HOTEL 4* in camera Superior. Cena inclusa e pernottamento.

12° giorno: YANGON - BANGKOK - SIEM REAP (CAMBOGIA)
Prima colazione e trasferimento incluso in aeroporto in tempo utile per partenza con volo Air Asia alle ore 08.30 per Bangkok, arrivo alle ore 10.20 e coincidenza con volo Air Asia alle ore 14.50 per Siem Reap. Arrivo a Siem Reap alle ore 15.45, disbrigo delle formalità doganali (vi verrà richiesto il pagamento del visto di ingresso pari a Usd 30 per persona). Quindi trasferimento incluso in hotel.  
Visita dei templi Mebon-Pre Rup-Prah Khan-Neak Pean: il mattone venne largamente utilizzato per edificare nel 952 il Mebon, il tempio che sorgeva su un isolotto artificiale al centro del bacino del Baray orientale. Solo nove anni più tardi il re Rajendravarman fece erigere il Pre Rup, il grandioso tempio-montagna dai caldi colori ocra. Al periodo “aureo” di Jayavarman VII risalgono il grandioso santuario buddhista di Prah Khan , gli enigmatici e suggestivi bacini sacri di Neak Pean, i “Serpenti intrecciati”. Pranzo in ristorante tipico. Sistemazione per 3 notti al BOREI ANGKOR HOTEL o similare cat. Prima.  
IL TOUR IN CAMBOGIA E’ PREVISTO IN CONDIVISIONE CON ALTRE PERSONE E CON GUIDA ITALIANA


13° giorno: SIEM REAP  

Prima colazione e pranzo inclusi.  Visita al villaggio dei pescatori. Si percorre la strada che conduce fino alle rive del Grande lago, dove sono ormeggiate decine e decine di barche che ospitano le case galleggianti del villaggio dei pescatori che qui hanno le loro abitazioni, le scuole, la chiesa, i negozi, gli uffici pubblici, gli allevamenti di pesce, tutti costruiti su barconi e piattaforme galleggianti che si alzano e abbassano seguendo il regolare ritmo delle piene del lago. Visita della cittadella fortificata di Angkor Thom con le sue imponenti mura e le splendide porte monumentali ed al suo centro il Bayon con i suoi bassorilievi di enorme realismo e forza espressiva che fanno corona a 54 torri-santuario. Intorno sorgono il Baphuon, l'antico Palazzo reale con il Phimeanakas, la Terrazza degli Elefanti e la Terrazza del Re Lebbroso.

14° giorno: SIEM REAP
 
Prima colazione inclusa.  Intera giornata dedicata alla visita di Angkor Wat & Ta Prhom: il capolavoro indiscusso dell’architettura e dell’arte khmer è il tempio di Angkor Vat con milleduecento metri quadri di raffinati bassorilievi che offrono la spettacolare testimonianza di un’arte figurativa di eccelsa raffinatezza. Le immagini che hanno creato il “mito” di Angkor si scoprono a Ta Prohm dove giganteschi alberi sorgono fra l’intrico di torri santuario, enormi radici avvolgono le gallerie, arbusti germogliano dai tetti di ogni costruzione ed il visitatore non riesce più a distinguere l’opera dell’uomo dalle creazioni della natura. Visita dei Templi di Prasat Kravan-Bantey Kdei-Srah Srang. Una delle più antiche costruzioni sacre di Angkor è il Prasat Kravan del 921: cinque santuari dalle eleganti forme dedicati al culto del dio Vishnu, costruiti in mattone e allineati su un basamento volto a Est, del tempio della “Sacra Spada”, il monastero di Bantey Kdei e della “cittadella delle celle” monacali e la piscina delle abluzioni pubbliche, il Srah Srang. Pranzo in ristorante tipico.

15° giorno: SIEM REAP - BANGKOK - KRABI - KOH LANTA  

Prima colazione e trasferimento incluso in aeroporto in tempo utile per partenza con volo Air Asia per Bangkok, arrivo e coincidenza con volo Air Asia per Krabi. Arrivo all’aeroporto di Krabi  e incontro in aeroporto con i rappresentanti dell'albergo che provvederanno al trasferimento via terra e poi in barca a Koh Lanta.
Sistemazione al PIMALAI RESORT & SPA 5* in Deluxe Room. Serata libera e pernottamento.

16-17-18-19-20-21° giorno:  ISOLA DI KOH LANTA

Giornate di relax, trattamenti spa (facoltativi), bagni, escursioni e visite nell’entroterra o alle isole vicine. Trattamento di prima colazione e pernottamento al Pimalai Resort & Spa 5* in Deluxe Room.

Koh Lanta è un’isola ancora intatta, dalle spiagge bianchissime, incorniciate da dolci rilievi ricoperti di vegetazione rigogliosa. Il Pimalai Resort & Spa è l'unica struttura di lusso sull'isola, l'hotel è vincitore di numerosi riconoscimenti come il “Green Gold Class Certificate” per l’impegno nella preservazione dell’ambiente.
Immerso in una foresta lussureggiante, con vista sulla baia Kantieng il Pimalai Resort & Spa dispone di un totale di 121 camere suddivise in varie tipologie che vanno dalla deluxe alla “pool villa”. Tutte le camere sono arredate in stile e offrono tra l’altro minibar, TV satellitare, facilitazione per tè e caffè. Va ricordato che in tutta l’area del resort non è permesso fumare. 5 le proposte per gustare le specialità della cucina locale e internazionale, accompagnati da un’ottima selezione di vini.Molte le attività possibili: il premiato Centro Diving, che rilascia attestato PADI, è aperto da Novembre ad Aprile, 2 campi da tennis, fitness room, canoa e vela. Bellissima e di grande effetto la piscina infinitity con annesso padiglione con vasca jacuzzi. La Pimalai Spa offre infine la possibilità di rivitalizzarsi grazie ai trattamenti a base di prodotti naturali della tradizione thai.

22° giorno:  KOH LANTA - KRABI - BANGKOK - DUBAI

Prima colazione inclusa e in giornata rientro con barca  e trasferimento via terra all’aeroporto di Krabi. Partenza dall’aeroporto di Krabi con volo Emirates per Bangkok. Arrivo e coincidenza con volo Emirates per Dubai. Notte a bordo.

23° giorno: DUBAI -MILANO MALPENSA (o Roma o Venezia)

Arrivo a Dubai e coincidenza con volo Emirates per Milano. Arrivo a Milano Malpensa in tarda mattinata.



Quotazione puramente indicativa - euro 5.800 per persona
(iscrizione, assicurazione,  tasse aeroportuali e visto di ingresso in Myanmar sono esclusi dalla quotazione sopra indicata)

La quotazione andrà confermata e rivista in base al periodo di svolgimento del programma e compatibilmente con le tariffe aeree.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu
Powered by Evoty