Namibia e Bazaruto in Mozambico - Rotte Nel Mondo srl - Tour operator Milano

Vai ai contenuti

Menu principale:

Namibia e Bazaruto in Mozambico

NAMIBIA & ARCIPELAGO DI BAZARUTO (Mozambico del Sud)
il soggiorno mare a Bazaruto è consigliato nei periodi di marzo/giugno e poi da ottobre/dicembre
(per i restanti periodi da luglio a settembre, si consigliano le isole Quirimbas, nel Mozambico del Nord)


1* giorno - Partenza per Johannesburg

Partenza con volo per Johannesburg via Monaco o Francoforte. Notte a bordo.

2° giorno - Johannesburg - Windhoek

Arrivo a Johannesburg e coincidenza con volo per Windhoek. Arrivo a Windhoek, assistenza da parte del nostro corrispondente locale per la consegna dell’auto a noleggio tipo Toyota Double Cab 4x4 o similare del gruppo Avis. Trasferimento con il proprio veicolo in città, sistemazione al Villa Verdi Guesthouse, solo 13 camere e 3 appartamenti, si trova vicina al centro (cinque minuti a piedi).

Tempo libero per una visita della città o per una passeggiata nel centro. Windhoek, la capitale della Namibia, che conta circa 500.000 abitanti, di cui la maggioranza di lingua tedesca. E’ una città moderna e pulita ove costruzioni recenti affiancano chiese luterane e giardini traboccanti di aloe. Passeggiando per la Kaiser Strasse, oggi Independence Avenue, si incontrano donne Herero con i caratteristici costumi e si possono vedere curiosi edifici di stile tedesco risalenti all'inizio del XX secolo. Serata libera e pernottamento.

3° giorno - Windhoek – Deserto del Namib
Dopo colazione si lascia la città di Windhoek verso la zona occidentale del paese raggiungendo il Namib Desert attraversando un paesaggio caratterizzato da aspre montagne, polverosi letti di antichi fiumi e moltissimi alberi Camelthorn. Sistemazione per due notti a Rostock Ritz Lodge. Pomeriggio da dedicare ad una prima esplorazione del deserto del Namib. Pernottamento al Lodge.

Questo deserto, il cui nome deriva da un vocabolo ottentotto che significa "luogo senza nessuno", è costituito da una fascia costiera relativamente stretta e lunga, il Namib si estende infatti per circa 1.900 km di lunghezza e 80-140 km di ampiezza. L'età stimata è circa 80 milioni di anni, forse il deserto più antico. Il parco nazionale è stato creato proprio a protezione del delicato ecosistema ambientale, un universo unico al mondo: lucertole che possono immagazzinare l'acqua a loro necessaria per due mesi, scarabei che si posizionano nella parte alta delle dune per raccogliere tutta l'umidità della nebbia mattutina, l'antilope oryx che ha sviluppato un sistema particolare di raffreddamento del sangue nelle narici, lo scoiattolo che per proteggersi dall'estremo calore utilizza la coda come parasole….

4° giorno - Namib Desert e Dune di Sossusvlei
Prima colazione e pernottamento al Rostock Ritz Lodge.
Giornata dedicata alla visita del deserto raggiungendo le famose dune di Sossusvlei. Dopo aver parcheggiato il veicolo si continua a piedi fino alla salita sulle dune che si alzano quasi fino a trecento metri, circa mezz’ora di cammino. Dall’alto ci si affaccia su un panorama di dune color albicocca e bianco dei laghi estinti osservare strane forme degli alberi ormai scheletri a Dead vlei. Suggestiva l’ora del tramonto tra questi colori e tra le dune ricordiamo la duna 45 (150 mt), l’inconfondibile duna rossa di Sossusvlei (200 mt).

5° giorno - Namib Desert -  Swakopmund
Oggi si lascerà il deserto per raggiungere Swakopmund, a pochi Km da Walwis Bay.
Swakopmund è una stranissima e suggestiva cittadina costruita nel più puro stile tedesco dell'epoca del Kaiser. Sistemazione per la notte al Villa Margherita.
Swakopmund è stata fondata nel 1892, con l’intento di diventare il porto principale della colonia tedesca, German South West Africa. Culturalmente ed architettonicamente, Swakopmund è stato particolarmente influenzata dalla colonizzazione tedesca, dove ci sono bellissimi esempi di architettura coloniale tedesca. I visitatori possono esplorare Swakopmund tranquillamente a piedi.

6° giorno - Swakopmund – Regione di Damaraland circa 360 km
Prima colazione. Si lascia Swakopmund verso nord lungo un tratto di costa che poi diventa la famosa “Skeleton Coast” per poi dirigersi verso l’entroterra la costa per addentrarsi nel paesaggio incantato del Damaraland, la terra del popolo Damara. E’ una regione arida e montagnosa costituita principalmente di arenarie rossastre che, secondo i geologi, risalirebbero a più di 150 milioni di anni fa.
All’arrivo sistemazione al Vingerklip Lodge.  Cena e pernottamento al Lodge.

7° giorno - Regione di Damaraland

Prima colazione. Altra giornata di visite nella regione di Damaraland.
Si potrà visitare il museo all’aperto di Twyfelfontein, "la sorgente insicura", che fu, senza ombra di dubbio, il punto d'incontro di una moltitudine di animali e di una popolazione di cacciatori. Una realtà illustrata da mirabili incisioni che raffigurano, per lo più, animali cacciati, impronte degli stessi, segni astratti, simboli, ecc., tutte impresse sulle enormi rocce rosse cadute dalla parete. Nel 2007 è stato riconosciuto patrimonio mondiale dell’umanità dall’UNESCO. Tempo permettendo visita anche della Montagna Bruciata, delle Organ Pipes e della Foresta Pietrificata.
Sistemazione al Vingerklip Lodge. Cena e pernottamento al lodge.

8° giorno - Damaraland - Parco Etosha circa 310 km
Prima colazione e proseguimento in direzione orientale verso il Parco Etosha. Sistemazione all’Etosha safari Camp. Cena e pernottamento al Lodge.
Su una piccola collina, vicino alla catena Montuosa dell’Ondundozonanandanana, si trova l’Etosha Safari Camp, a soli 10 km dall’Etosha National Park. I bungalow dal design unico, in stile safari, propongono un caldo ambiente africano. Ogni unità è dotata di zanzariere, aria condizionata, bagno e una piccola veranda. Il Ristorante Okambashu e il Bar Oshebeena ricreano un autentico bar di città in Africa, con la tipica gioia di vivere. Colazione, pranzo e cena sono servite nel ristorante in stile fattoria. Gli ospiti possono rilassarsi in piscina, connettersi ad internet o godersi una passeggiata sui sentieri circostanti.

9° giorno - Parco Nazionale Etosha

Prima colazione, cena e pernottamento all’Etosha Safari camp. Giornata dedicata all’esplorazione e safari fotografici all’interno della riserva e del parco Etosha con il proprio veicolo.
(Possibilità di prevedere un safari a bordo dei veicoli del Lodge assistiti dalle guide locali, lasciando libero il pomeriggio per una propria esplorazione del Parco).

Creato nel 1907 il Parco Etosha è uno dei primi parchi sorti per la protezione della fauna e della flora e, all'origine, comprendeva una fascia di territorio fino alla Costa degli Scheletri sull’ Oceano Atlantico. Attualmente la riserva copre una superficie di 22.570 kmq, il cui centro è costituito dal "pan", bacino perfettamente piano lungo un centinaio di chilometri e largo una quarantina. Il pan era, nei tempi remoti, un lago collegato al sistema del fiume Kunene, ma ora è secco e la sua superficie di argilla e sale brilla alla luce del sole. Paradossalmente questa nudità biancastra offre protezione agli animali più vulnerabili visto che l'assenza di vegetazione non lascia nascondigli ai pericolosi predatori.

10° giorno - Parco Etosha – Windhoek

Dopo colazione il viaggio prosegue in direzione d’Otjiwarongo e Windjoke. Lungo il percorso suggeriamo una sosta presso il “Cheetah Conservation Trust” che si occupa della ricerca, studio e conservazione dei felini. Il moderno Centro per Visitatori e di Educazione incoraggia il turista a conoscere i ghepardi, il loro habitat, i problemi di conservazione, ed offre l’opportunità di osservare i ghepardi residenti non atti al reinserimento in natura, che fungono da ”ghepardi ambasciatori” della specie. Il CCF è aperto tutti i giorni tutto l’anno, dalle 9.00 alle 17.00, tranne il giorno di Natale.

Dopo la visita il viaggio prosegue in direzione della capitale Windhoek, lungo il tragitto sosta ad Okahandja per visitare il famoso mercato artigianale del legno. Arrivo a Windhoek e sistemazione per l’ultima notte presso Villa Verdi Guesthouse. Serata libera e pernottamento.

11° giorno - Windhoek – Johannesburg – Vilankulos – Bazaruto
Al mattino presto trasferimento in aeroporto, rilascio del veicolo a noleggio presso il banco Avis in tempo utile per partenza con volo per Vilankulos via Johannesburg.
Arrivo a Vilankulos e coincidenza con volo piccolo aereo da turismo per Bazaruto. All’arrivo sistemazione al Pestana Bazaruto Lodge 3* sup. Sistemazione in camera standard. Resto della giornata libero. Pensione completa.

12-13-14-15° giorno - Bazaruto Island
Giornate libere per attività balneari o relax sull’isola.
Sistemazione al Pestana Bazaruto Lodge in camera standard. Pensione completa.

16° giorno - Bazaruto Island – Vilankulos – Johannesburg e partenza per l'Europa

Prima colazione. In giornata rientro con piccolo aereo da turismo per Vilankulos. All’arrivo attesa per la coincidenza con volo per Johannesburg e coincidenza con volo per Francoforte o Monaco. Notte a bordo.

17° giorno - Arrivo in Italia
Arrivo in Italia in mattinata.

Quotazione puramente indicativa - euro 3.400 per persona
(iscrizione, assicurazione e tasse aeroportuali sono esclusi dalla quotazione sopra indicata)

La quotazione andrà confermata e rivista in base al periodo di svolgimento del programma e compatibilmente con le tariffe aeree.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu
Powered by Evoty