Cape Town, Namibia e isole Seychelles - Rotte Nel Mondo srl - Tour operator Milano

Vai ai contenuti

Menu principale:

Cape Town, Namibia e isole Seychelles

SUDAFRICA, NAMIBIA & ISOLE SEYCHELLES
dalla città gioiello del Sudafrica, alla Namibia "terra di contrasti"
fino alla spiagge di Praslin e La Digue...

1° giorno: MILANO MALPENSA – DUBAI – CAPE TOWN (Sud Africa)
Partenza con volo di linea Emirates per Dubai, arrivo a Dubai e coincidenza nella notte con volo Emirates EK 772 per Cape Town. Notte a bordo.

2° giorno: CAPE TOWN

Arrivo a Cape Town, disbrigo delle formalità di ingresso in Sud Africa e trasferimento incluso a cura del nostro corrispondente locale in città e sistemazione all’elegante HOTEL BOUTIQUE “CAPE CADOGAN” in camera Standard. Resto del pomeriggio relax oppure da dedicare ad una prima visita della città. Trattamento di prima colazione e pernottamento.

Cape Town è considerata non a torto, una delle città più belle del mondo e il simbolo della città è la “Table Mountain”, un imponente promontorio che domina la città la cui cima ha la particolarità di essere completamente piatta. Da non perdere il “Waterfront”, l’antico porto convertito in un vivace e attrezzato quartiere, divenuto il riferimento turistico della città, grazie alla presenza di numerosi alberghi, negozi, un grande centro commerciale, pub e ristoranti.  Cape Town fu fondata nel 1652 come punto di rifornimento della Compagnia Olandese delle Indie per le navi dirette verso Oriente ed è la città più antica del Sudafrica. Oggi si propone come vivace città di punta del Terzo Millennio con ristoranti sofisticati, negozi etno-chic e jazz club con musica dal vivo, musei all’avanguardia, rassegne di artisti contemporanei.

3° giorno: CAPE TOWN

Trattamento di prima colazione e pernottamento al Cape Cadogan Boutique Hotel in camera standard.  
Al mattino partenza per un’intera giornata di escursione a cura del nostro corrispondente locale con guida di lingua italiana al Cape Point Peninsula fino a raggiungere il Capo di Buona Speranza. Iniziate il vostro giro passando per Sea Point, Camps Bay, Clifton e Llandudno si raggiunge il villaggio di pescatori di Hout Bay. Da Hout Bay si può effettuare un giro in Barca per Duiker Island per vedere le foche del Capo. Da Hout Bay  procedete poi attraverso Chapmans Peak Drive (se e’ aperto) fino alla Riserva Naturale del Capo di Buona Speranza che si estende per 40 km. lungo la costa. Con una bella vegetazione di fynbos (macchia), la Riserva ospita una consistente popolazione di antilopi e diverse varietà di uccelli.
Visita a Cape Point dove è possibile raggiungere la sommità della collina con la monorotaia per ammirare  l’incontro dei due Oceani.  Da Cape Point si prosegue poi per Simons Town, dove si trovano i Quartieri generali della Marina  Sudafricana. Si visita anche la spiaggia di Boulder’s, con la prolifica colonia di pinguini del Capo,  Si rientra a Cape Town attraverso False Bay e Simon's Town passando per Fish Hoek e Muizenberg.  Se c’e’ ancora tempo, prima di scendere verso la città si consiglia una visita dei magnifici Giardini Botanici di  Kirstenbosch, che occupano un’area di 560 ettari sul versante orientale della Table Mountain ed ospitano più  di 4000 tipi diversi di piante, di cui 2600 specie sono endemiche della Regione del Capo.

4° giorno: CAPE TOWN – WINDHOEK – DESERTO DI KALAHARI

Alla mattina “presto” trasferimento incluso all’aeroporto di Cape Town a cura del nostro corrispondente locale e partenza con volo Air Namibia per Windhoek.
Arrivo (1 ora di fuso orario tra le 2 città) a Windhoek dove verrete accolti da un rappresentante del nostro corrispondente locale che vi assisterà anche per il ritiro dell’auto a noleggio 4WD tipo Toyota Hilux Double Cab o similare presso EUROPCAR Namibia, che include km illimitato, assicurazioni, tasse locali, copertura pneumatici e cristalli.

Quindi partenza da Windhoek verso sud in direzione Rehoboth e Mariental. Da qui si prosegue verso ovest per raggiungere il Deserto del Kalahari caratterizzato dalle sue dune di colore arancione.
Arrivo e sistemazione all’INTU AFRIKA DUNE LODGE in Deluxe Dune Suite, immerso in un paesaggio di sabbia rossa, punteggiato da alberi da acacia. Il lodge si trova all’interno della Riserva Privata Intu Afrika Kalahari, 10 000 ettari di natura protetta, nella ragione sud‐occidentale del Kalahari.
Pomeriggio dedicato alla visita del parco (già incluso nel soggiorno). E’ già inclusa anche una visita “passeggiata” naturalistica accompagnati dai boscimani della comunità San che vive nella zona che sarà prevista la mattina successiva.
Cena e pernottamento al Lodge.

L’Intu Africa Kalahari Reserve si trova al confine occidentale tra Namibia e Botswana e il suo paesaggio di dune è caratterizzato anche da molti tipi di acacia. Molti gli animali che abitano questo territorio tra cui ricordiamo varie specie di antilopi tra cui gemsbok, kudu, eland, gnu e springbok oltre ai felini quali leoni, leopardi, ghepardi, iene e sciacalli.
Il deserto del Kalahari è una zona tristemente arida, situata a sud del paese, con un’estensione di 900 chilometri quadrati, esso copre gran parte del Botswana, alcune zone della Namibia e il Sud Africa. Il Kalahari è un deserto di sabbia rossa in parte arido e in parte semi arido. Parti del Kalahari ricevono più di 250 mm di acqua piovana ogni anno, mentre la zona veramente arida si trova a sud-ovest, dove ogni anno cadono meno di 175 mm d'acqua, rendendo quest'area un deserto di tipo fossile. Le temperature estive variano dai 20 ai 40 °C. In inverno il clima è secco e freddo, con una temperatura minima che in media può essere sotto lo zero.

5° giorno: DESERTO DEL KALAHARI – NAMIB DESERT

Dopo colazione e dopo la visita naturalistica con i boscimani, si lascia il deserto del Kalahari verso la zona occidentale del paese raggiungendo il Namib desert attraversando un paesaggio caratterizzato da aspre montagne, polverosi letti di antichi fiumi e moltissimi alberi Camelthorn.
Sistemazione per due notti  al DESERT HOMESTEAD. Nel tardo pomeriggio è possibile prevedere una uscirta a cavallo al tramonto (facoltativa). Rientro al Lodge per la cena e il pernottamento.

Questo deserto, il cui nome deriva da un vocabolo ottentotto che significa "luogo senza nessuno", è costituito da una fascia costiera relativamente stretta e lunga, il Namib si estende infatti per circa 1.900 km di lunghezza e 80-140 km di ampiezza. L'età stimata è circa 80 milioni di anni, forse il deserto più antico. Il parco nazionale è stato creato proprio a protezione del delicato ecosistema ambientale, un universo unico al mondo: lucertole che possono immagazzinare l'acqua a loro necessaria per due mesi, scarabei che si posizionano nella parte alta delle dune per raccogliere tutta l'umidità della nebbia mattutina, l'antilope oryx che ha sviluppato un sistema particolare di raffreddamento del sangue nelle narici, lo scoiattolo che per proteggersi dall'estremo calore utilizza la coda come parasole….

6° giorno: DESERTO DEL NAMIB – SOSSUSVLEI

Prima colazione, cena e pernottamento al DESERT HOMESTEAD. Mattina dedicata alla escursione alle dune di Sossusvlei. Pomeriggio libero per visitare per conto proprio il territorio.

Il nome Sossusvlei (o Sossus Vlei), in senso proprio, si riferisce a una pozza d'acqua effimera circondata da alte dune, situata nel deserto del Namib meridionale, in Namibia. Il nome viene usato normalmente in senso esteso per indicare tutta l'area circostante, che rappresenta la più celebre località del Namib-Naukluft National Park ed è la principale meta turistica della Namibia. L'area di Sossusvlei è la parte più accessibile di una vasta area sabbiosa del Namib meridionale con caratteristiche simili, che si estende fra i fiumi Koichab e Kuiseb su un'estensione complessiva di 32.000 km².
Il paesaggio della zona di Sossusvlei è caratterizzato da dune di sabbia dai colori intensi, compresi fra il rosa e l'arancione. Tale colorazione è dovuta alla composizione ferrosa della sabbia e alla sua ossidazione; le dune più antiche sono quelle dal colore rosso più intenso. Diverse dune dell'area di Sossusvlei superano i 200 m di altezza rispetto al suolo circostante, e si classificano fra le più alte del mondo (la più alta è la "Big Daddy", circa 380 m).
Le dune più grandi e più stabili sono parzialmente coperte da vegetazione arbustiva o erbosa. Il territorio è attraversato da diversi corsi d'acqua effimeri, che in alcuni punti formano pozze d'acqua anch'esse effimere; tali pozze prendono il nome generale afrikaans di vlei ("pantano", "acquitrino"). Il fondo di queste pozze, asciutto per gran parte dell'anno (e talvolta per interi anni) assume a causa della composizione salina un caratteristico colore bianco.

7° giorno: DESERTO DEL NAMIB – SWAKOPMUND

Oggi si lascerà il deserto per raggiungere la costa  e la sua città principale: Swakopmund. Lungo strada si passerà per i canyon del Gaub e del Kuiseb (i 560 km di lunghezza del fiume Kuiseb scorrono solo occasionalmente nel sud-ovest del  canyon del Guiseb. Questo canyon è stato scavato tra i 2 e i 4 milioni di anni fa, quando l’acqua del fiume incise profondamente la roccia morbida).
Si lascerà il deserto raggiungendo prima Walvis bay, enclave sudafricana e quindi Swakopmund, una stranissima e suggestiva cittadina costruita nel più puro stile tedesco dell'epoca del Kaiser, dove l’arrivo è previsto nel tardo pomeriggio e costituisce un'autentica sorpresa.
Sistemazione a Swakopmund allo SWAKOPMUND HOTEL & ENTERTAINMENT CENTRE (la vecchia stazione ferroviaria trasformata in hotel). Cena libera da prevedere in città scegliendo tra i vari ristoranti locali e pernottamento in albergo.

Swakopmund è stata fondata nel 1892, con l’intento di diventare il porto principale della colonia tedesca, German South West Africa. Culturalmente ed architettonicamente, Swakopmund è stato particolarmente influenzata dalla colonizzazione tedesca, dove ci sono bellissimi esempi di architettura coloniale tedesca. I visitatori possono esplorare Swakopmund tranquillamente a piedi.

8° giorno: SWAKOPMUND – OMARURU – REGIONE DI DAMARALAND

Si lascia quindi la costa per addentrarsi nel paesaggio incantato del Damaraland, la terra del popolo Damara. Trattasi di una regione arida e montagnosa costituita principalmente di arenarie rossastre che, secondo i geologi, risalirebbero a più di 150 milioni di anni fa. Mentre la storia geologica è ben conosciuta, quella della popolazione lo è molto meno e anzi rimane un mistero: fisicamente di origine bantù, il popolo Damara parla la lingua detta "a click", usata dai San-Boscimani. Sembra che i Damara siano uno dei primi popoli negroidi ad aver raggiunto l'Africa Australe prima dell'età del bronzo, provenendo dall'Africa Occidentale.
Prima di giungere a Vingerklip si potrà visitare il museo all’aperto di Twyfelfontein e le sue pitture rupestri, "la sorgente insicura", che fu, senza ombra di dubbio, il punto d'incontro di una moltitudine di animali e di una popolazione di cacciatori. Una realtà illustrata da mirabili incisioni che raffigurano, per lo più, animali cacciati, impronte degli stessi, segni astratti, simboli, ecc., tutte impresse sulle enormi rocce rosse cadute dalla parete. Pare che alcuni esempi di questa arte rupestre risalgano a 8.000 anni fa e che gli autori siano stati di origine Khoi-San, in qualche modo gli antenati degli attuali Boscimani San. Lo scopo di queste rappresentazioni rupestri è sempre stato magico o rituale-propiziatorio. Nel 2007 è stato riconosciuto patrimonio mondiale dell’umanità dall’UNESCO. Tempo permettendo visita anche della Montagna Bruciata, delle Organ Pipes e della Foresta Pietrificata.
Sistemazione al MOWANI MOUNTAIN CAMP in camera Superior.

9° giorno: DAMARALAND – PARCO ETOSHA

Dopo colazione, partenza verso il Parco Etosha. Lungo la strada visita di un villaggio Himba a Otjikandero - Onjowewe.
Si raggiunge quindi il parco e sistemazione presso l’EPACHA GAME LODGE con trattamento di pensione completa, un safari fotografico ed un safari naturalistico a piedi con guide locali. Il primo safari incluso è quello del pomeriggio e si svolgerà all’interno dell’area naturalistica della riserva di Epacha.
Dopo il safari, rientro al camp per la cena e pernottamento.

10° giorno: PARCO ETOSHA

Prima colazione. La mattina sarà dedicata al safari organizzato dal Lodge e che vi condurrà fino all’interno del parco Etosha, con rangers e veicoli del Lodge stesso.
Rientro al lodge per il pranzo e nel tardo pomeriggio è incluso un safari “notturno” poiché prosegue oltre il tramonto, all’interno della riserva di Epacha. Trattamento di pensione completa.

Creato nel 1907 il Parco Etosha è uno dei primi parchi sorti per la protezione della fauna e della flora e, all'origine, comprendeva una fascia di territorio fino alla Costa degli Scheletri sull’ Oceano Atlantico. Attualmente la riserva copre una superficie di 22.570 kmq, il cui centro è costituito dal "pan", bacino perfettamente piano lungo un centinaio di chilometri e largo una quarantina. Il pan era, nei tempi remoti, un lago collegato al sistema del fiume Kunene, ma ora è secco e la sua superficie di argilla e sale brilla alla luce del sole. Paradossalmente questa nudità biancastra offre protezione agli animali più vulnerabili visto che l'assenza di vegetazione non lascia nascondigli ai pericolosi predatori. Un parco diverso ed estremamente “fotogenico” sia per i paesaggi sia per la fauna e la flora: seguendo piste in terra battuta si va alla ricerca di gruppi di elefanti raccolti attorno alle pozze d'acqua, di branchi di erbivori in perenne movimento fra i boschetti di acacie, di giraffe, di felini … La scarsità dei bacini d'acqua rende necessario un curioso rispetto per la gerarchia degli animali che si abbeverano; in ordine di importanza: elefanti, predatori, erbivori e poi volatili.

11° giorno: PARCO ETOSHA – WINDHOEK

Dopo colazione il viaggio prosegue in direzione d’Otjiwarongo e Windjoke. Lungo il percorso suggeriamo una sosta presso il “Cheetah Conservation Trust” che si occupa della ricerca, studio e conservazione dei felini. Il moderno Centro per Visitatori e di Educazione incoraggia il turista a conoscere i ghepardi, il loro habitat, i problemi di conservazione, ed offre l’opportunità di osservare i ghepardi residenti non atti al reinserimento in natura, che fungono da ”ghepardi ambasciatori” della specie. Il CCF è aperto tutti i giorni tutto l’anno, dalle 9.00 alle 17.00, tranne il giorno di Natale.

Dopo la visita il viaggio prosegue in direzione della capitale Windhoek, lungo il tragitto sosta ad Okahandja per visitare il famoso mercato artigianale del legno. Serata libera e sistemazione all’HILTON HOTEL in Hilton Guest Room. Trattamento di prima colazione e pernottamento.

12° giorno: WINDHOEK – JOHANNESBURG

Prima colazione in hotel e mattinata libera per una visita alla capitale e per una passeggiata nel centro. Windhoek conta circa 500.000 abitanti, di cui la maggioranza di lingua tedesca. E’ una città moderna e pulita ove costruzioni recenti affiancano chiese luterane e giardini traboccanti di aloe. Passeggiando per la Kaiser Strasse, oggi Independence Avenue, si incontrano donne Herero con i caratteristici costumi e si possono vedere curiosi edifici di stile tedesco risalenti all'inizio del XX secolo.
Quindi nel pomeriggio trasferimento in tempo utile, con la propria auto in aeroporto, rilascio del veicolo e partenza con volo South African per Johannesburg. Arrivo e trasferimento con bus navetta e sistemazione per una notte a Johannesburg al PEERMONT METCOURT HOTEL in camera Classic. Serata libera e pernottamento.

13° giorno: JOHANNESBURG – MAHE (SEYCHELLES) – ISOLA DI PRASLIN

Prima colazione e in mattinata trasferimento libero con bus navetta da concordare con l’hotel oppure con taxi, all’aeroporto in tempo utile per il volo South African Airways diretto a Mahè, capitale delle Seychelles.
Arrivo a Mahè, dopo il ritiro del bagaglio, all’uscita troverete il nostro corrispondente locale. Assistenza per il transito all’aeroporto domestico, consegna dei biglietti aerei domestici  e imbarco su un breve volo di 15 min. per l’isola di Praslin. Arrivo a Praslin in serata, assistenza all’arrivo e trasferimento al PARADISE SUN HOTEL 4* in camera Superior.  
Cena e pernottamento in Hotel.

Dal 14° al 16° giorno: ISOLA DI PRASLIN

Trattamento di prima colazione e pernottamento al PARADISE SUN HOTEL 4* in camera Superior. Giornate libere per relax, attività balneare o per visitare l’isola e le sue magnifiche spiagge oltre alla Vallèe de Mai, foresta dichiarata patrimonio mondiale e dove crescono le palme di Coco de Mer, simbolo dell’isola.

Ad un quarto d'ora d'aereo e 45 minuti di nave da Mahé, Praslin è la seconda isola dell'arcipelago con una superficie di 26 km². Meno montuosa della sua rivale, deve la sua fama all'eccezionale Valle di Mai, un santuario vegetale, patrimonio mondiale dell'Unesco, dove cresce l'emblematico coco-fesse. L'ingresso in questo sito è protetto e a pagamento ma vale davvero la pena di farci un giro. Avrete così il privilegio di inoltrarvi nel cuore dell'unica piantagione di palme da cocco marine del pianeta, dove il groviglio di foglie, liane e radici vi farà immergere in un universo degno di un episodio di Indiana Jones. Cinque itinerari molto ben segnalati, che vanno da 1 a 2 km, permettono di solcare questo santuario vegetale in tutta tranquillità. All'uscita, un negozietto vende coco-fesse con un certificato ufficiale per l'uscita dal territorio, un documento indispensabile per riportarli in patria legalmente.

Si viene a Praslin anche per godersi le spiagge da sogno e i servizi alberghieri di qualità. Come sull'isola di Mahé, il turismo qui è molto localizzato. Côte d'Or, sulla costa orientale, e Grand'Anse, sulla costa occidentale, costituiscono i luoghi di maggior concentrazione di hotel e pensioni dell'isola. In questo modo, gli amanti della natura selvaggia troveranno moltissime spiagge prive di qualsiasi costruzione come Anse Lazio con il suo scenario da cartolina, Anse Boudin che si affaccia sulla riserva naturale di Curieuse o Anse la Blague, che ha un accesso più difficile, quindi è meno frequentata. Senza contare le numerose insenature solitarie cullate solo dal rumore delle onde che troverete un po' ovunque sull'isola.

17° giorno: ISOLA DI PRASLIN – LA DIGUE  

Alla mattina trasferimento incluso a cura del nostro corrispondente locale al porto in tempo utile per partenza con ferry per l’isola di La Digue (ca 25 min). Arrivo al porto di La Digue e trasferimento incluso al DOMAINE DE L’ORANGERIE in camera Villa de Charme. Resto della giornata a disposizione. Trattamento di prima colazione e pernottamento.

18° giorno: ISOLA DI LA DIGUE

Intera giornata a disposizione per relax ed attività balneari sull’isola di La Digue. Trattamento di prima colazione e pernottamento.

Conosciuta nel mondo intero per la sua famosa spiaggia Anse Source d'Argent ed i suoi enormi scogli argentati di granito, La Digue, situata a 45 km da Mahé, è un'isola affascinante dove la dolcezza di vivere conferma l'idea delle tradizioni d'accoglienza dell'Oceano Indiano. Ci si va in nave partendo da Praslin, a soli 7 km di distanza, e si scopre questo piccolo paradiso di 10 km² dopo una mezz'ora di traversata, arrivando al molo pittoresco della Passe.
Si circola in carro trainato da buoi o in bicicletta, ci si riposa all'ombra di una vegetazione ricca e variegata culminante a 333 metri, e ci si fa il bagno fra le spiagge più fotogeniche del mondo. Si potrebbe pensare che con tutte queste caratteristiche generose, La Digue sia presa d'assalto ma non è così e ci si chiede perfino dove siano andati a finire tutti i turisti sbarcati dalle golette la mattina.

19° giorno: LA DIGUE – MAHE’ E PARTENZA PER DUBAI

Prima colazione mattina libera per relax. Nel pomeriggio trasferimento incluso a cura del nostro corrispondente locale al porto di La Digue in tempo utile per partenza con ferry per Praslin. Arrivo al porto di Praslin e proseguimento con volo domestico per Mahè. Arrivo a Mahè e disbrigo delle formalità di check-in ed imbarco con Emirates. Quindi partenza con volo notturno Emirates per Dubai. Pernottamento a bordo.

20° giorno: DUBAI – MILANO MALPENSA

Arrivo a Dubai e coincidenza con volo Emirates per Milano Malpensa dove si arriverà in tarda mattinata.



Quotazione puramente indicativa - euro 6.300 per persona
(iscrizione, assicurazione e tasse aeroportuali sono esclusi dalla quotazione sopra indicata)

La quotazione andrà confermata e rivista in base al periodo di svolgimento del programma e compatibilmente con le tariffe aeree.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu
Powered by Evoty